Slideshow Image 1
Slideshow Image 2
Slideshow Image 3
Slideshow Image 4
Slideshow Image 5
Slideshow Image 6
Slideshow Image 7
Slideshow Image 8
Slideshow Image 9
Slideshow Image 10
Banner

Motorbike Adventure Team è formato da un gruppo di amici che hanno in comune una grandissima passione per i viaggi, la moto e per l'avventura. Assieme a voi, abbiamo realizzato qualcosa che va oltre l'esperienza personale, per quanto gratificante, di conoscere luoghi e popoli in regioni remote e spesso inaccessibili: far arrivare a quelle popolazioni un aiuto tangibile, non fatto solo di oggetti inutili.

Banner
ALL AROUND THE WORLD motoraid 2012 PDF Stampa

Partenza il 4 ottobre 2012

 

 

logo-nero

un evento in collaborazione con OJ ATMOSFERE METROPOLITANE

Ho già percorso, in moto o in auto, tutti e cinque i continenti; in molte delle nazioni che attraverserò sono già stato e molti amici ritroverò percorrendo le strade del ALL AROUND THE WORLD; ma farlo tutto di seguito, senza ritornare mai a casa (spero!!), assume un fascino tutto particolare.

Ho pensato molto, nelle lunghe sere invernali passate davanti alla cartina del mondo, a quale itinerario effettuare, quando partire, che mezzi utilizzare per spostarmi da un continente all’altro; e come il Tiziano Terzani di “Un indovino mi disse” ho deciso di non utilizzare l’aereo (e quindi gli spostamenti della moto e di me da Africa ad Australia, da Australia a Sudamerica, da Alaska a Siberia, avverranno tramite nave-cargo)

Ho pensato di fare prima la parte più difficile (per non ritrovarmela alla fine del viaggio, più stanco e più provato “mentalmente”), nel momento in cui sono “fresco” e “gasato” dall’emozione di quel che stò vivendo; ho pensato ai vari climi, alle stagioni dei due emisferi, ai periodi delle piogge e dei monsoni; ho pensato ai paesaggi e alle culture nei quali mi sarebbe piaciuto immergermi; ho pensato infine che la collaborazione con Emergency doveva portarmi in luoghi in cui loro “operano”, in quell’insostituibile ruolo che tutta la comunità mondiale riconosce.

Ecco quindi che l’itinerario di questo “sogno lungo un anno” ha preso corpo, si è delineato poco a poco, i contorni sono divenuti nitidi e l’idea, sotto forma di una linea continua sulla carta, si è fatta concreta: per prima l’Africa, partendo da Tunisi e arrivando a CapeTown; poi l’Australia, un grande giro con arrivo e ripartenza da Perth, nel Western Australia, e toccando tutti gli stati di questa enorme nazione-continente; poi, ovviamente, le Americhe, dall’estremo sud rappresentato dalla Tierra del Fuego (Ushuaia) argentina per risalire su su fino a Prudhoe Bay in Alaska, estremo punto raggiungibile su strada all’interno del circolo polare artico; e infine il ritorno a casa attraverso le lande desolate della siberia asiatica fino alle “civili” e conosciute strade dell’Europa, dall’est di Bielorussia e Polonia all’occidente di Germania e Francia.

Un lungo viaggio di un solo uomo (e una sola moto) attraverso 5 continenti, 41 nazioni, circa 330 giorni, 100.000 km

  • AFRICA: Tunisia, Libia, Egitto, Sudan, Etiopia, Kenia, Tanzania, Malawi, Zambia, Botswana, Namibia, Sudafrica
  • AUSTRALIA: Western Australia, South Australia, Victoria, New South Wales, Queensland, Northern Territory, Western Australia
  • SUD AMERICA: Argentina, Cile, Bolivia, Perù, Ecuador, Colombia
  • CENTRO AMERICA: Panama, Costarica, Nicaragua, Honduras, El Salvador, Guatemala
  • NORD AMERICA: Messico, Stati Uniti, Canada, Alaska (Stati Uniti)
  • ASIA : Russia (Siberia)
  • EUROPA: Russia, Bielorussia, Polonia, Slovacchia, Repubblica Ceca, Austria, Germania, Francia, Svizzera, Italia

Se vuoi sapere dove si trova ora Maurizio fai un click sulla mappa oppure su questo link

 

 

Sponsor All Around the World